Idea Tourism Magazine

Food & Wine

Mela della Valle Bronda: il gusto inimitabile della genuinità

Da qualche anno con queste mele si produce anche il succo ottenuto per spremitura che viene trasformato e confezionato in un laboratorio presso l’Istituto Professionale Agrario di Verzuolo.

Pubblicato il

Alto contrasto Aumenta dimensione carattere Leggi il testo dell'articolo
Idea Web TV

Le mele della Valle Bronda sono frutti che fanno parte dei prodotti tipici della provincia di Cuneo.

Condividi

Caratteristiche

La mela della Valle Bronda cresce su terreni particolarmente vocati per la melicoltura che favoriscono la colorazione e rendono croccante e succosa la polpa. Si producono ottimi frutti esteticamente inconfondibili e di elevata qualità gustativa. Si coltivano in particolare le mele Golden Delicious, a buccia gialla, le numerose varietà a buccia rossa Red Delicious, le precoci e profumate Gala, le Jonagold, Jubilee, Elstar, le dolci e croccanti Fuji, altre varietà recenti e antiche quali la Morella. Sono anche presenti e coltivate le Renette, con caratteristico sapore acidulo.

Mele della Valle Bronda

Area di produzione

L’area di produzione comprende tutto il territorio della Valle Bronda con i comuni di Brondello, Pagno e Castellar e la zona di San Lazzaro del comune di Saluzzo.

Paesaggio e prodotto: binomio indissolubile

Storia

Da sempre la mela viene coltivata in Valle Bronda su terreni pedemontani di collina e a ridosso dei pendii collinari. Nel secolo scorso le più antiche e tradizionali varietà lasciarono gradualmente spazio alla Golden Delicious e alle mele a buccia rossa. Il sistema di conservazione naturale avveniva all’interno di cantine scavate sotto le abitazioni, con i frutti adagiati su lettiere di paglia. Più di 50 anni fa il raccolto veniva stimato, valutato e venduto già nel periodo di fioritura, parecchi mesi prima della raccolta con il rischio di produzione a carico dell’acquirente. Parte del mercato locale in Saluzzo si è lentamente spostato verso Torino, dove tutt’ora numerosi produttori vendono le loro mele direttamente nei mercatini rionali mentre, negli ultimi decenni, si è sviluppata la vendita diretta in azienda, forma ideale di rapporto con il consumatore al quale vengono fornite informazioni, visite ai frutteti e piena garanzia.

Condividi l'articolo

Articoli correlati