Idea Tourism Magazine

Eventi

VINUM, la “full immersion” nell’enologia del territorio

Dal 25 al 28 aprile, il primo maggio e il 4 e il 5 maggio le piazze di Alba sapranno accogliere chi vuole apprezzare il meglio della produzione vitivinicola locale.

Pubblicato il

Alto contrasto Aumenta dimensione carattere Leggi il testo dell'articolo
Idea Web TV

Condividi

Vi­num”, la Fiera na­zionale dei vini di Langhe, Roero e Mon­ferrato, organizzata a cura dall’Ente Fiera internazionale del tartufo bianco d’Alba, è una di quelle esperienze di cui non ci si stanca mai. Anno dopo anno è piuttosto semplice trovare una buona ragione per tornare a prendervi parte, approfittando della “più gran­de enoteca a cielo aperto d’Italia”, anche per andare alla scoperta del centro storico della capitale delle Langhe e delle colline decretate patrimonio del­l’umanità Unesco, considerate tra le mète imperdibili da “Lonely planet best in travel 2019”. 

A cavallo delle feste di fine aprile (il lungo ponte dal 25 al 28, mercoledì primo maggio e il fine settimana del 4 e del 5 maggio) il centro di Alba si trasformerà in un vero borgo del vino e di altre ec­cellenze, con mille spunti per scoprire nuovi sapori e la­sciarsi conquistare dalle proposte per divertirsi con la famiglia e gli amici.

Le degustazioni, con circa 800 etichette di oltre 400 produttori, saranno accessibili attraverso l’acquisto di un “carnet” e presentate in abbinamento ideale allo “street food ëd Langa”, cibo di strada di eccellente carattere e qualità. Dieci punti ristoro, curati dai Borghi aderenti alla Giostra delle cento torri, da Alba Accademia alberghiera e dall’Associazione macellai albesi, saranno dislocati nel centro cittadino e offriranno oltre 50 ricette preparate con i principali presìdi territoriali: dal peperone Igp ai formaggi Dop del Piemonte passando per la carne fassona piemontese e le nocciole Igp fino alla pera Madernassa di Guarene e del Roero. Lo “street food ëd Langa”, servito in monoporzioni, permetterà di degustare le prelibatezze di questa terra passeggiando per la città e sorseggiando un calice di vino. 

Nel palazzo delle mostre e dei con­­gressi “Giacomo Morra” di piazza Medford si degusteranno i grandi rossi delle Langhe: Ba­rolo Docg, Barba­resco Docg, Do­gliani Docg superiore, Diano d’A­lba Docg superiore, Barbera d’Al­ba Doc, Langhe Freisa Doc, Langhe Nebbiolo Doc, Nebbiolo d’Alba Doc e Verduno Pelaverga Doc. Il banco dei vini del Monferrato sarà allestito in piazza Garibaldi, dove di po­tranno de­gustare: Albugnano Doc, Barbera d’Asti Docg, Corte­se dell’alto Monferrato Doc, Dol­cet­to d’Asti Doc, Freisa d’Asti Doc, Malvasia di Castelnuo­vo Don Bo­sco Doc, Monferrato Doc, Pie­mon­te Doc e Ruchè Casta­gno­le Mon­ferrato Docg. In piazza Risorgi­men­to il Con­sor­zio di tutela del Roero presenterà il Roero Arneis Docg (bianco da uve Arneis) e il Roero Docg (rosso da uve Nebbiolo).  Spazio anche ai produttori di Alba, con Barbera d’Alba Doc, Dol­cetto d’Alba Doc e Nebbiolo d’Alba Doc.  Nel cortile della Maddalena troverà spazio il Dolcetto, nelle declinazioni Diano d’Alba Docg, Do­gliani Docg e Dolcetto d’Alba Doc. La stessa “location” permet­terà di assaggiare il Brachetto d’Acqui Docg e il Gavi Docg. Il banco d’assaggio dei vini bianchi prodotti nelle Langhe sarà allestito quest’anno in piazza San Paolo, un nuovo spazio che si inserisce nel percorso di assaggi e appuntamenti di “Vinum”  dove si potranno degustare: Langhe Arneis Doc, Langhe Char­donnay Doc, Langhe bianco Doc, Langhe Favorita Doc, Langhe Sauvignon Doc e Langhe Nascetta Doc.

Tutte le sere della manifestazione torneranno gli “Aperi­tivi di ‘Vinum’” con calici di Alta Langa Docg, in abbinamento a sfiziosi “finger food”.

Anche i più piccoli avranno di che gioire: il cortile della Mad­da­lena, per tutta la durata della “kermesse”, accoglierà “Vi­num bim­bi”, un’area speciale in cui potranno unire il divertimento alla meraviglia del­la scoperta del valore del vino attraverso balocchi di legno realizzati artigianalmente a “km 0” dal parco didattico “Le colline di Giuca”.

Abbinare un formaggio a un buon bicchiere È facile, se sai come farlo… 

Il palazzo delle mostre e dei congressi “Giacomo Morra” di piazza Medford diventerà un’“isola dei formaggi”. La grande vetrina della produzione casearia piemontese è frutto della collaborazione tra Onaf (Organizzazione nazionale assaggiatori di formaggio), Consorzio di tutela del formaggio Robiola di Roccaverano Dop e Consorzio per la tutela del formaggio Murazzano Dop. Accanto alle degustazioni gratuite si terranno laboratori su “I formaggi e i vini del territorio”, un incontro in cui la conoscenza di­venterà un piacere.

“Carnet”: molte soluzioni d’acquisto, con sconti “on-line”

L’accesso alle piazze e ai palazzi che ospitano “Vinum” sarà gratuito. Per degustare è possibile acquistare un “carnet” che include un calice, una taschina portabicchiere e 16 degustazioni (6 grandi vini rossi delle Langhe, 2 Roero Docg e Roero Arneis Docg, 1 produttori Città di Alba, 2 Dolcetto, 1 vini del Monferrato, 1 vini bianchi delle Langhe, 1 Asti Docg (secco o dolce) o Moscato Docg, 1 Grappa, 1 Brachetto d’Acqui Docg o Gavi Docg) da effettuare in tutte le piazze. Il “carnet” dà diritto a molti sconti per la fruizione dei principali servizi e per l’accesso ai luoghi della cultura e della tradizione di Alba e delle sue colline, in particolar modo attraverso l’agevolazione “2×1” che permette un doppio ingresso al prezzo di un singolo biglietto in moltissime strutture.

In programma 14 esperienze a misura di “gourmet” grazie a “vinumincantina” spaziando tra Langhe, Roero e Monferrato

Non c’è due senza tre, soprattutto se le prime due sono state edizioni da “sold out”. Torna  quindi “Vi­numInCan­ti­na-Food & wi­­ne experience”, un’e­spe­­rienza ideata per soddisfare le esigenze degli enoturisti e dei “gourmet” attraverso la visita di alcune tra le più importanti cantine di Langhe, Roero e Mon­ferrato, concedendosi an­che un aperitivo preparato da grandi chef.

Condividi l'articolo

Articoli correlati