Idea Tourism Magazine

Eventi

Galuperie al Castello della Manta

Nella cornice del Castello della Manta, domenica 10, 17 e 24 novembre 2019, dalle ore 14 alle 18, torna l’appuntamento con Galuperie: gli appassionati di arte, musica e golosità avranno un’occasione straordinaria per scoprire le sale del maniero sulle note di antiche melodie e per farsi “prendere per la gola” con degustazioni di golose “dolcezze”.

Pubblicato il

Alto contrasto Aumenta dimensione carattere Leggi il testo dell'articolo
Idea Web TV
Per informazioni e prenotazioni: Castello della Manta, Manta (CN) tel. 0175/87822 faimanta@fondoambiente.it www.visitfai.it/dimore/castellodellamanta www.fondoambiente.it

Condividi

Oltre a visitare le sale del castello, famoso per gli ampi saloni cinquecenteschi e per il Salone Baronale, in cui si conserva una delle più stupefacenti testimonianze della pittura quattrocentesca, la Fontana della Giovinezza, gli ospiti potranno gustare una merenda a base di dolci galuperie e immergersi nella storia ascoltando musiche antiche nella cinquecentesca Sala delle Grottesche.

Il 10 novembre, in occasione del primo appuntamento, si esibirà un quartetto di tromboni composto da Antonello Mazzucco (Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI), Rocco Tisi (insegnante presso il liceo musicale di Omegna), Edoardo Colombo e Alessio Novara (studenti presso il Conservatorio di Novara): l’ensemble suonerà musiche rinascimentali e concerto a quattro di Georg Philipp Telemann con la curiosa esecuzione ai quattro angoli del Salone delle Grottesche per far comprendere dal vivo l’effetto della fuga, una delle più importanti espressioni del contrappunto nella storia della polifonia occidentale. Il 17 novembre, durante il secondo pomeriggio di Galuperie, sarà la volta di un quartetto di sax dell’Istituto Musicale di Ciriè (la professoressa Carla Ferrero con Maria Grazia Ferretti e due studenti), che proporrà balli e suite rinascimentali per dare risalto alla bellezza e alla duttilità del suono, senza rinunciare alle doti tecniche e virtuosistiche di questo strumento musicale aerofono. In chiusura della rassegna, il 24 novembre, si esibirà l’orchestra da camera d’archi della Fondazione Fossano Musica (studenti coordinati dalla professoressa Simona Perotti). La letteratura dell’orchestra d’archi si è sviluppata nella metà del Seicento ma, per l’occasione, verranno eseguite le trascrizioni di musiche di Palestrina ed Orlando di Lasso per ricreare le sonorità e le atmosfere più affini al periodo di sviluppo artistico del castello. Un’occasione speciale per vivere un pomeriggio tra cose belle e buone!

Le galuperie non sono incluse nel costo del biglietto.

Condividi l'articolo

Articoli correlati