Idea Tourism Magazine

Arte & Cultura

Pinocchio nel Castello del Tartufo a Roddi

Pinocchio, nato dalla penna di Carlo Collodi, sarà protagonista nel castello simbolo del tartufo bianco d’Alba

Pubblicato il

Alto contrasto Aumenta dimensione carattere Leggi il testo dell'articolo
Idea Web TV

Condividi

Torna l’arte protagonista al castello di Roddi. Da sabato 8 maggio il maniero di Langa ospita la mostra dell’artista astigiano Filippo Pinsoglio, pittore del Palio di Asti 2021.

qrf_vivi

La personale è tutta dedicata al più famoso burattino del mondo, Pinocchio, nato dalla penna di Carlo Collodi, che nel castello simbolo del tartufo bianco d’Alba diventa un cercatore di trifole. L’esposizione, che andrà avanti fino a domenica 31 ottobre, è organizzata in collaborazione con il Comune di Roddi, la Barolo & Castles Foundation che gestisce il maniero e l’associazione di volontariato culturale Art & Wine Club – Italian Top Style di Barolo, ed è curata da Fabio Carisio, presidente del sodalizio barolese.

«Dopo una lunga carriera di espressività artistica variegata in cui ha saputo affascinare sia per la sua dovizia cromatica nei paesaggi delle vigne e del Piemonte, sia per le memorabili vignette di personaggi fiabeschi», scrive il curatore Fabio Giuseppe Carlo Carisio, presidente di Art & Wine Club, «Filippo Pinsoglio raggiunge il culmine espressivo della sua cifra artistica proprio con il ciclo delle oltre quaranta opere su Pinocchio, attinte dalla famosa fiaba di Collodi. Ciò gli riesce sia per l’inimitabile impronta stilistica gestuale, sia per la tecnica mista utilizzata che parte da un supporto anomalo come la tela di juta dalla tessitura molto grossa. Su di essa l’artista magistralmente stende dei collages di carta dipinta per creare un fondale alla Braque, quindi con l’acrilico delinea le figure vignettistiche, ora con il semplice profilo bianco, ora con la definizione cromatica di ogni dettaglio. Pregevole la picchiettatura e la peculiare stilizzazione dei contesti in cui agisce il burattino come le onde del mare o le nubi».

Il percorso all’interno del castello si svolge in totale sicurezza, secondo le normative anti-covid. L’accesso al castello avverrà esclusivamente con prenotazione per tutti, all’indirizzo email info@barolofoundation.it o telefonando al numero 0173-386697. Gli accessi sono contingentati e scaglionati. Partenze ogni 60 minuti: il sabato alle 15, 16 e 17 e la domenica e festivi alle 10,30 e 11,30 e alle 14, 15, 16 e 17.

Indicazioni per il regolamento emergenza Covid sul sito www.barolofoundation.it.

Condividi l'articolo

Articoli correlati