Idea Tourism Magazine

Arte & Cultura

Start – Storia e arte a Saluzzo

Dal 28 maggio al 27 giugno la Capitale del Marchesato presenta un ricco calendario di appuntamenti d’arte contemporanea, antiquariato e artigianato per ri-partire

Pubblicato il

Alto contrasto Aumenta dimensione carattere Leggi il testo dell'articolo
Idea Web TV

Condividi

Con l’organizzazione della Fondazione Amleto Bertoni, la direzione artistica di STI – Soluzioni Turistiche Integrate e la consulenza di Stefano Raimondi direttore artistico di ArtVerona e con la collaborazione dell’Istituto Garuzzo per le Arti Visive, Ur-ca, Ratatoj, Itur – MuSa, Fondazione Scuola APM, Istituti Scolastici Saluzzesi, Enti e Associazioni del territorio, la manifestazione saluzzese mette a sistema le eccellenze del territorio, dando nuova vita a esperienze storiche e trasformando la tradizione in innovazione.

Arte, artigianato, antiquariato sono le parole chiave con le quali ogni anno la Città di Saluzzo apre all’Italia e al mondo uno scrigno di bellezza e cultura. In soli quattro anni si sono moltiplicate le collaborazioni e si è allargato lo sguardo: dal 28 maggio al 27 giugno 2021 a Saluzzo cultura e creatività di ogni luogo incontrano la tradizione del territorio.

Dopo il grande successo del primo fine settimana, START SToria e ARTe a Saluzzo entra nel vivo e invade il Borgo Medievale con le idee innovative degli artigiani che riaprono laboratori chiusi da tempo. Start apre inoltre al più interessante antiquariato italiano e internazionale grazie ad un luogo unico come il Castello della Castiglia, contamina gli spazi affascinanti dell’ex Collegio delle Orsoline e di Casa Cavassa con le idee innovative degli artigiani e la contemporaneità della mostra Fare Luce di Andrea Nisbet.

Dal 2 al 6 giugno le proposte di START SToria e ARTe a Saluzzo si moltiplicano (il dettaglio del programma, con le modalità di ingresso a ogni appuntamento, è riportato al fondo del comunicato)

Saluzzo-Antiquariato 2015

L’83° Mostra Nazionale dell’Artigianato prosegue fino al 6 giugno presentando il lavoro quarantacinque artigiani in arrivo da tutto il paese negli splendidi spazi di Casa Cavassa.
Da martedì 1 a venerdì 4 giugno nell’ambito della Mostra Collaterale dell’Artigianato, negli spazi della Fondazione APM / Ex Biblioteca Civica in Via Volta a Saluzzo, si svolgerà un hackathon che vedrà protagonisti studenti universitari provenienti da tutta Italia per quattro giorni di lavoro e confronto. Il tema di quest’anno metterà al centro il territorio, in particolare la prossima candidatura di Saluzzo come Capitale Italiana della Cultura 2024. I partecipanti saranno chiamati a confrontarsi sul tema della comunicazione e della presentazione di Saluzzo e di Terres Monviso ad un potenziale pubblico di turisti nazionali e internazionali. Tutti i partecipanti saranno suddivisi in gruppi di lavoro a cui verrà chiesto di progettare delle innovative strutture informative capaci non solo di fungere da “info point”, ma anche di narrare un territorio ricco e affascinante come quello di Saluzzo e delle Valli oggetto della candidatura. Per farlo, avranno a disposizione 96 ore, il proprio talento, e l’immancabile supporto degli artigiani di Saluzzo, che li guideranno nelle scelte dei materiali e delle strutture per l’opera finale.
Mercoledì 2, sabato 5 e domenica 6 giugno si apre La Via degli Artigiani negli spazi affascinanti della Salita al castello, via San Giovanni, e l’Ex Convento delle Orsoline, spazi che proprio grazie a START ritornano protagonisti della vita culturale e aggregativa di Saluzzo, in un vero e proprio “quadrilatero” di laboratori e artigianalità, dove fare shopping a km 0 e arricchire la propria visita grazie a un palinsesto di eventi da vivere per toccare con mano il lavoro in bottega. Un antico passaggio sotterraneo porterà ad un giardino dove fare pausa tra una visita e l’altra, magari gustando il box delivery proposto da Urca – Casa Laboratorio e BIstot Tastè.

Condividi l'articolo

Articoli correlati