Mondovì: cultura, musica e tradizione

Torna al magazine

Tutti gli articoli

Alto contrasto Aumenta dimensione carattere Leggi il testo dell'articolo

Palio Montis Regalis

Fino all’8 settembre si svolge il tradizionale appuntamento con il Palio Montis Regalis, l’evento competitivo che coinvolge tutta la città e le sue frazioni. Numerose gare tra i rioni animeranno le giornate a Parco Europa.

Dal 31 agosto al 1 settembre: Caccia al tesoro notturna (dalle ore 21,00 alle 12,00 del giorno dopo)
1 settembre – Parco Europa:  Foot-golf
                                              Torneo di Bocce Quadre
                                              Dodgeball
3 settembre – Parco Europa: Percorso a tappe
Dal 4 al 5 settembre – Parco Europa: Mondopoli
7 settembre – Parco Europa e Altipiano: Soft Air
7 settembre – Parco Europa: Foto Quiz, conclusione con l’inizio dei Feu dla Madona
8 settembre – Parco Europa: Formula Uno
                                              Palio Quiz
                                             Medieval Park

Sabato 7 settembre chiuderanno gli appuntamenti musicali i “Geria trio”: una serata imperdibile con 3 Maestri della Musica Monregalese Pelo Gregorio, Pippo Bessone e Tiliuccio Ferrua. Un mix di stili e generi diversi che sapranno accontentare tutti i gusti. Alle 22.30 appuntamento con il tradizionale spettacolo pirotecnico de Ij Feu dla Madòna.

Wake Up Festival

Torna il 14 settembre Wake Up, il festival delle nuove tendenze della musica e dei nuovi canali di comunicazione più intrigante dell’anno, che attira pubblico da tutta Italia e dall’estero.
Sabato 14 Settembre Wake Up presenta : J-Ax + Articolo 31 (in concerto)

“Rings of View” di Cecil Kemperink

Fino al 29 settembre sarà possibile visitare la personale dell’artista olandese Cecil Kemperink, finalista del premio “Open to Art”, indetto da Officine Saffi, Milano e di cui è partner il museo monregalese diretto da Christiana Fissore che ha scelto di ospitare l’artista per una residenza nel Museo e di curare al termine una rassegna. È il raffinato connubio di arti tessili e ceramiche il filo conduttore della mostra “Rings of view”: protagoniste grandi maglie di ceramica, oggetti mobili, plastici, sonori, di grande potere evocativo.
I contrasti e le saldature divengono caleidoscopici e le possibilità espressive delle sue sculture in movimento non fanno che amplificare il gioco di rimandi, citazioni, evocazioni. Cecil Kemperink ha lavorato dal 19 giugno nell’ UP, l’Unità Produttiva interna al Museo, in cui è possibile realizzare il ciclo completo di lavorazione della ceramica. Il lavoro di quest’artista richiama la storia del Museo. Un esempio è quello delle sale in cui l’arte del pizzo si fonde con quella della produzione di stoviglie, là dove i merletti diventano timbri per il decoro delle ceramiche.

Cecil Kemperink è nata ad Almelo (Olanda) nel 1963 e lavora e vive sull’isola di Texel (Olanda). Dopo il diploma si è dedicata all’arte del tornio, cominciando così un percorso di approfondimento conoscitivo accompagnato da quella che l’artista definisce “l’urgenza di parlare attraverso la creta”. Da quei primi giri della ruota del tornio, l’universo creativo dell’artista ha preso le mosse e si è andato sempre più espandendo, prima con piccoli lavori di decorazione e presto con installazioni di grandi dimensioni e la produzione di oggetti d’arte Le opere di Cecil Kemperink sono espressione delle sue molte passioni: i tessuti, l’argilla, la danza, la moda e la scultura. L’artista ha prodotto istallazioni, performance, sfilate. I suoi lavori sono stati accolti oltreché in Italia, in Korea del Sud (ROK), in Giappone (Mino), in Francia (Biennale di Vallauris) e in svariati musei e gallerie internazionali.Alcune opere sono entrare in collezioni permanenti, ad esempio nella Korea Ceramic Foundation (KOCEF collection), nel CODA Museum (Paesi Bassi), nel The Foundation for Contemporary Ceramic Arts Kecskemét (Ungheria), ma anche in collezioni private.

Piano 10/24

Fino al 30 settembre tutti i musicisti e i suonatori di pianoforte potranno rilassarsi suonando il pianoforte posizionato in Piazza Maggiore. L’utilizzo è gratuito e senza limiti di tempo, dalle 10 alle 24.

Condividi l'articolo