Andrea Ribaldone

Torna al magazine

Tutti gli articoli

Alto contrasto Aumenta dimensione carattere Leggi il testo dell'articolo

Una cucina golosa ed elegante che gioca con le consistenze e i contrasti, nel rispetto della materia prima e con l’idea di raccontare la tradizione enogastronomica della regione con una vena creativa e contemporanea.

La storia

Milanese di nascita, ma piemontese per famiglia e formazione, Andrea Ri baldone cresce nelle cucine di Riccardo Aiachini, fondatore del ristorante “La Fermata” di Alessandria, che considera suo maestro di vita e di lavoro. Lì ottiene nel 2003 la sua prima stella Michelin. Ha lavorato con il celebre chef francese Alain Senderens a Parigi al ristorante “Lucas Carton” ed è stato “executive chef” di “Eataly Tokyo” nel 2012, un’esperienza molto importante che l’ha fatto crescere e l’ha profondamente segnato. Nel 2012 fonda “Arco” srl, società di “management” nella ristorazione e, nel 2014, apre il ristorante “I Due Buoi” ad Alessandria, premiato con la stella Michelin nel dicembre 2015. Ha guidato per tutto il periodo di Expo Milano 2015 il ristorante “Identità Expo San Pellegrino”, in collaborazione con “Magenta Bureau”. Collabora come “food & beverage director” con “Jsh Hotels Collection” e coordina, in collaborazione con Domenico Schingaro, i sei ristoranti di “Borgo Egnazia” in Puglia, tra i migliori luoghi di ospitalità in Italia. A marzo 2017 lascia Alessandria per le Langhe, epicentro della ristorazione italiana, e apre “Osteria Arborina” nella frazione Annunziata di La Morra che quest’anno ha conquistato la stella Michelin.

La squadra

A “Osteria Arborina” una grande squadra di collaboratori fidati aiuta lo chef Andrea Ribaldone: resident chef è Umberto Del Nobile, molti anni nelle cucine di Enrico Crippa a “Piazza Duomo”, che crea piatti con una netta pulizia del gusto, è estremamente attento alla cottura dei cibi e all’identità del gusto, che conserva con grande precisione senza anteporre mai il gesto estetico fine a se stesso. Capopartita agli antipasti e ai primi c’è Marco Mannori, da anni collaboratore di Andrea Ribaldone, mentre capopartita ai secondi e agli antipasti caldi è Daniel Zeilinga. In sala lavora Davide Canina, ingegnere e sommelier che collabora con molte aziende vitivinicole a conduzione familiare che producono vini di qualità cercando di far scoprire le piccole eccellenze dell’enologia italiana. “General manager” del ristorante è Salvatore Iandolino, socio dello chef Andrea Ribaldone nella “restaurant management company” “Arco”.

La filosofia di “Osteria Arborina”

Nel cuore delle vigne dove viene prodotto il “cru” Barolo Docg “Arbo ri na”, il ristorante propone una cucina, golosa ed elegante, che gioca con le consistenze e i contrasti, nel rispetto della materia prima e con l’idea di raccontare la tradizione enogastronomica della regione con una vena creativa e contemporanea. Trenta coperti, cucina a vista, arredamento mo derno, atmosfera accogliente e raccolta: lo chef Andrea Ribaldone vuole inserirsi nel territorio Langhe e continuare il suo percorso di crescita professionale. A tal proposito sottolinea: «Voglio creare un legame forte e sinergico con ciò che mi circonda: nei miei piatti ci sarà come sempre tanto Piemonte, e ci saranno i prodotti delle Langhe, ma i piatti saranno sempre innovativi e stimolanti. Voglio continuare a creare una cucina godibile e mai scontata, innovativa nei sapori e mai uguale a se stessa!».

Condividi l'articolo

Ristorante "Osteria Arborina"

Frazione Annunziata, 27 – 12064 La Morra (Cn) tel. +39.0173.500340 – www.osteriarborina.it